Tiger diventa Flying Tiger Copenaghen: cosa cambierà?

Tiger cambia nome!
Tiger cambia nome!

Un blog di lifestyle deve stare attento alle novità e quando si tratta di negozi di design, home decor, hobbistica e viaggi, non mi posso proprio tirare indietro. Oggi parliamo di Tiger… eh sì proprio quel posto magico che solo a nominarlo ho già i cuoricini agli occhi!
Il nostro amato Tiger ha cambiato nome e ha rivoluzionato il suo sito web. Mi sono chiesta che cosa stesse bollendo in pentola, così ho deciso di intervistare Ana Combalia, Marketing Manager di Flying Tiger Copenaghen Italia… vi riporto la nostra chiacchierata!

Di recente Tiger ha annunciato il nuovo nome dell’azienda, molti dei vostri clienti si chiedono quale sia il motivo di questo cambiamento. Saprebbe spiegare le ragioni di questa scelta?

Negozi Tiger nel mondo

La nostra azienda sta crescendo e ci siamo stabiliti in diversi paesi. Non è stato possibile registrare il marchio “Tiger” in alcune parti del mondo, per esempio in America e Giappone avevamo già adottato un diverso nome.
La scelta del nuovo nome è stata fatta cercando di mantenere una certa coerenza con l’esperienza del brand: i nostri negozi sono un luogo di divertimento prima che un luogo di acquisto.
Cerchiamo di proporre prodotti sorprendenti e di carattere. Per questo abbiamo optato per il nome “Flying Tiger” perché ricorda un paradosso: hai mai visto una tigre volare? Vogliamo far capire che da noi tutto è possibile! Offriamo prodotti che si inseriscono in ogni aspetto della vita delle persone: dalla casa ai viaggi, dagli hobby ai giochi in compagnia… tutti hanno qualcosa di strano e speciale.
La scelta di aggiungere “Copenaghen” è stata presa per richiamare le origini dei nostri negozi e l’estetica scandinava che caratterizza i nostri prodotti.

Un cambiamento così di solito rappresenta una svolta nello stile dell’azienda, i vostri prodotti cambieranno? Ci saranno delle novità?

Non ci sarà un cambiamento radicale perché il nostro stile perché i nostri prodotti stanno funzionando: piacciono alle persone e riusciamo ad offrirli a prezzi accessibili. I nostri designer scandinavi hanno fatto un buon lavoro, l’unica novità che è stata introdotta è la collaborazione con designer di stampo mondiale. Di recente abbiamo collaborato con Misaki Kawai, creando una linea di prodotti in edizione limitata. L’obiettivo è offrire prodotti di alto design, creati da veri artisti, a prezzi davvero accessibili.
Il nuovo nome è solo il culmine di un processo già iniziato tempo fa, abbiamo cercato di sottolineare l’ambiente nordico e di creare unità.

Misaki Kawai e Tiger
Misaki Kawai e Tiger

Sono previsti dei cambiamenti che riguardano anche l’esperienza del cliente (es. nuove disposizioni sugli scaffali o nuove linee di prodotti)?

Sicuramente manterremo la nostra scelta di creare linee di prodotto sempre nuove e accattivanti. L’esperienza diretta del cliente non cambierà: i negozi resteranno di ispirazione nordica, con gli scaffali in legno e bianco, l’importante è che sia tutto su toni chiari!
Stiamo anche pensando a come poter far testare tutti i prodotti in negozio prima dell’acquisto, per ora è possibile utilizzarne solo alcuni, ma speriamo di potervi far provare proprio tutto!
Ciò su cui ci stiamo concentrando ora, però, è l’esperienza fornita dai commessi, che saranno sempre più attenti ai bisogni dei clienti. Passeremo dal self-service ad un’assistenza ditretta più attenta, ma non asfissiante. Per esempio, sarà possibile chiedere se un prodotto terminato verrà rifornito in negozio e tra quanto tempo. Stiamo lavorando sulla formazione e sui programmi.

Tiger in stazione Garibaldi
Tiger in stazione Garibaldi

Da qualche mese è in allestimento un nuovo punto vendita in stazione Garibaldi. Girava voce che l’apertura sarebbe stata a giugno, ma questo non è avvenuto. Saprebbe fornire ai miei lettori un’anticipazione sulla data precisa?

Confermo che lo store in stazione Garibaldi avrebbe dovuto aprire verso metà giugno. Abbiamo avuto qualche intoppo, ma ora posso dire con sicurezza che l’apertura è prevista per inizo settembre. Non posso ancora dire una data precisa perché non l’abbiamo, ma troverete tutto sulla pagina Facebook che è il nostro canale di comunicazione principale!

In quali città prevedete di aprire nuovi store Flying Tiger Copenaghen?

Quest’anno è prevista l’apertura di 8-9 negozi. Ad agosto apriremo a Venezia. Seguiranno altre aperture a Bologna e Pavia. Ci sarà una duplice apertura a Brescia: un negozio in centro città ed uno in un centro commerciale della zona. Infine cercheremo di aprire altri punti vendita a Milano e vorremmo mettere qualche bandierina anche a Rimini e a Treviso. Questi sono i piani, speriamo di realizzarli!

Assieme al nome dell’azienda è cambiato anche il sito internet, è prevista l’apertura di uno shop on-line?

Non è ancora previsto uno shop on-line, ma abbiamo capito che è il futuro. Uno dei grossi limiti sono le spese di spedizione: dobbiamo capire come fare per abbassare i costi di consegna perché c’è il rischio che costino più del prodotto desiderato dal cliente. Questo aspetto, però, è gestito dalla casa madre a Copenaghen, quindi anche noi attendiamo notizie.
Per ora c’è bisogno di attualizzare il sito internet, renderlo più moderno ed inserire prodotti più recenti. Fino ad oggi era una semplice vetrina che conteneva anche prodotti che non avevamo più in negozio.
Infine, qui in Italia, stiamo cercando di sviluppare un’app per premiare i clienti che acquistano da noi ed identificarne gli interessi, in modo da poter offrire loro i prodotti più in linea alla loro personalità.

Fenicottero - la star di Luglio!
Fenicottero – la star di Luglio!

Ringrazio Ana per questa chiacchierata di tutto rispetto e per queste belle anticipazioni! Non ci resta che aspettare… nel frattempo, lascia qui sotto un commentino per farmi sapere se ti è piaciuta l’intervista.
Se sei curioso di scoprire novità su altri brand che ti piacciono, fammelo sapere! Potrei riuscire a strappare un’intervista anche a loro!

A presto!

Ora tocca a te