Sono diventata Cinomamma

Mila.jpg
Mila.jpg

Tu ci credi al karma? Io sì e questa settimana ho avuto la conferma della sua esistenza. In un periodo in cui ho avuto diverse gatte da pelare, l’universo mi ha ricompensata con un cane da amare.

Ti presento Mila Canis (ogni riferimento ad attrici famose è puramente casuale ;-)), una trovatella che ha riempito il mio cuore dal primo momento in cui ci siamo incontrate. La sua mamma è un bel cane da caccia, abbandonata nel bosco dal suo padrone appena si è reso conto che fosse incinta. Si fidava molto delle persone e se nessuno le portava del cibo lei non sapeva procurarselo. Il padre, come accade spesso in questi casi, è ignoto. Alcune persone del luogo l’hanno trovata e si sono prese cura di lei e dei suoi piccoli finché non hanno trovato casa.

Amore a prima scarpa

Io mi trovavo lì per impegni di natura molto diversa dall’adozione, ma tra me e lei è nato subito un feeling indescrivibile. È stata lei ad avvicinarsi per prima, incuriosita dalle mie scarpe da ginnastica e in cerca di coccole. Ha ottenuto ciò che voleva ed è restata lì. Ha continuato a seguirmi nonostante ci fossero altre persone e scarpe da annusare. Ci ho pensato un po’ su: non è facile accudire un cane da zero, soprattutto non avendone mai avuto uno. I cuccioli hanno bisogno di molto tempo ed energie, di pazienza e cure e, diciamolo senza vergogna, di soldi. D’altra parte se non l’avessi portata via sarebbe diventata l’ennesima randagia del posto, con tutte le brutte conseguenze del caso.

Alla fine mi sono convinta che adottarla sarebbe stata la decisione più coraggiosa e utile che avessi potuto fare. Infondo avevamo avuto una sorta di imprinting e come si può contrastare un amore cinofilo? Credo sia stata messa sul mio cammino per un motivo e ho deciso di accettarlo. In un momento un po’ no, in cui mi avanzava del tempo e sentivo un gran bisogno di bellezza nella mia vita, lei è venuta da me. La sua anima del sud e gli occhioni più dolci che esistano, avevano scelto di fidarsi di me. Non vedo l’ora di vederla crescere tra coccole e crocchette, mentre esplora il mondo annusando ogni scarpa possibile e rotolandosi in ogni ciuffo d’erba che incontra. È una figlia della foresta, il sottobosco è stato la sua casa per due mesi, quindi le gite in montagna saranno d’obbligo.

Per arrivare a casa ha affrontato con me un viaggio lunghissimo, sfidando la sorte pregando di non avere ritardi tra le coincidenze. Lei è stata bravissima. Non aveva mai visto un trasportino, ma dopo l’iniziale diffidenza è diventato il suo posto preferito.

Come posso ecorisparmiare con un cucciolo?

Ho imparato che vuol dire pulire la pipì di notte e letteralmente pregarla al mattino di fare tutto fuori casa. Quando finalmente ci è riuscita, l’ho premiata con una pioggia di croccantini manco fosse Capodanno. Però, mi sono resa conto che cuccioli e zero waste non vanno molto a braccetto, soprattutto quando si ammalano. Più crescerà più spero di essere in grado di ecorisparmiare anche rispetto alle sue cure. Intanto mi affido alle zero waster più esperte di me e chiedo loro: cosa fate per ridurre i rifiuti dei vostri cuccioli? Ogni commento sarà ricompensato con tante scodinzolate e occhioni dolci.

Mila name cover
Sfondo con nome personalizzato

Sono così contenta di questa esperienza che ho deciso di creare qualcosa di speciale. Cliccando qui potrai scaricare gratuitamente lo sfondo per cellulare con la zampa e il cuore che ho pensato per tutte le cinomamme. Se vuoi personalizzarlo con il nome del tuo cucciolo o con colori diversi, scrivermelo tramite la pagina contatti e fai una piccola donazione cliccando qui:

 

Non vedo l’ora di creare tanti sfondi che rispecchino il rapporto speciale che c’è tra ogni cucciolo e la sua mamma o il suo papà adottivi.

A presto!

Ora tocca a te

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.