International Coffee Day – Come fare il caffè zero waste?

International Coffee Day
International Coffee Day

Il caffè per un italiano è essenziale come la benzina per un’automobile, peccato che inquini quasi altrettanto.

In onore dell’International Coffee Day che cade proprio oggi ho deciso di scrivere un articolo con qualche alternativa per ecorisparmiare senza rinunciare al nostro espresso quotidiano (beh, anche ai 2, 3, 4.000… 😉 ).

Impatto ambientale del caffè

Il maggiore impatto del caffè riguarda la sua produzione e spesso non è solo ecologico ma anche sociale. I problemi principali sono: sfruttamento della manodopera in nero, deforestazione, utilizzo di pesticidi tossici e stretta dipendenza economica di intere comunità dalla produzione di caffè.

Secondo l’ ICO (organizzazione internazionale del caffè) ogni italiano consuma in media 5,6 kg di caffè all’anno, con il sistema delle capsule in continuo aumento (Osservatorio De Longhi 2017). Ogni anno al mondo vengono prodotte 10 miliardi di capsule, circa un miliardo di queste viene consumato in Italia, generando 120 mila tonnellate di rifiuti.

Infografica Patti Chiari
Fonte Infografica: Patti Chiari

Come fare il caffè zero waste?

Ridurre il proprio consumo di caffè (vabbè, questo ve lo direbbe anche il dottore). In Italia abbiamo una media di 4 caffè al giorno, spesso li usiamo per “svegliarci”. In realtà, se si esagera, il quantitativo di caffeina necessario ad avere queste effetto aumenta e alla fine non servirà comunque a niente. Consiglio per massimizzare l’effetto: bevete il caffè solo quando necessario e, se vi piace, preferitelo amaro.

W la Moka! La moka è lo strumento più semplice per essere zero waste bevendo caffè: produce solo il rifiuto organico (fondo di caffè) e se si acquistano miscele sfuse e solidali fa bene anche alla comunità.

L’opzione “come al bar”: si trovano comunemente in vendita macchine per il caffè come quelle del bar ma da tenere in casa. Se proprio vuoi un’esperienza da caffetteria tra le mura domestiche, questa potrebbe fare al caso tuo. Io la trovo un po’ ingombrante, ma il rifiuto è comunque minimo (fondo di caffè) e il risparmio è garantito.

Cialde e capsule ecologiche. Gli elettrodomestici sono sempre una scelta poco sostenibile, la loro produzione e il loro smaltimento inquinano moltissimo. Ma se hai già una macchinetta a capsule o cialde non avrebbe senso smettere di usarla, causando anche uno spreco di denaro. In questo caso ci sono diverse alternative che ti spiego di seguito.

La mia adorata moka!
La mia adorata moka!

Le alternative sostenibili a cialde e capsule

  1. Capsule riutilizzabili. Eesistono in commercio capsule in acciaio che permettono di fare completamente a meno di quelle monouso. Dovrete riempirle a mano, quindi la sconsiglio a chi ha poca pazienza o vuole fare molti caffè velocemente. La marca che preferisco è WayCup, in acciaio e totalmente made in Italy (no, non mi pagano, magari… xD), ma si trovano alternative diverse anche su Amazon. [Il post prosegue sotto i prodotti]:
  2. Capsule compostabili. Stanno nascendo sempre più alternative di questo tipo, ma attenzione: i materiali utilizzati per queste capsule non sono gettabili direttamente nell’ambiente. Bisogna comunque buttarle nella frazione organica perché il materiale di cui sono composte (PLA) va smaltito a temperature e umidità controllata (in Italia viene fatto tramite la normale raccolta differenziata). Qui trovi un interessante studio (in inglese) sulle capsule in PLA con i risultati scaricabili gratuitamente. Piccola nota negativa: spesso sono vendute in imballaggi non riciclabili. [Il post prosegue sotto i prodotti]
  3. Capsule in alluminio. Alcune aziende (ad esempio Nespresso) utilizzano le capsule in alluminio e danno la possibilità di rimandare a loro quelle esauste per un corretto smaltimento (in questo video è spiegato molto bene). Purtoppo, dalle informazioni che ho trovato, in Italia non è ancora disponibile. Inoltre, nei paesi in cui c’è, le persone non lo sanno oppure si confondono e gettano le capsule assieme ai rifiuti metallici. Quando si sceglie l’alternativa del riciclo è sempre bene prestare la massima attenzione alle istruzioni.

Spero che la ricetta del mio caffè sostenibile ti sia piaciuta e che tornerai a leggere il mio blog.

Buon International Coffee Day!

Ora tocca a te

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.